F.I.K.D.A.
Menu Principale
Kombat Conditioning (nona parte)
Ci sono sempre due atleti che salgono sul ring: quello che si è allenato duramente, che ha dato il meglio di sé, che sa che qualsiasi cosa accada, lui ha dato il massimo...e poi c’è l’altro...
Tu quale vuoi essere..? Quello che ha già vinto la battaglia con se stesso? Allora è meglio che cominci a darti da fare.....e ad allenarti duro, ma duro davvero...

Da quando ho avuto il piacere di presentare il kettlebell training al pubblico del fitness e del combat, è tutto un susseguirsi di mail del tipo:”..ehi, guarda questo che fa...ehi, che ne dici di questo, etc., etc.”.
Sinceramente, mi fa piacere, perché vedo interesse, perché piano, piano, la gente smette di essere diffidente, domanda, prova, e soprattutto, ottiene risultati. Non penso proprio di avere inventato l’acqua calda, e nemmeno il “vero ed unico sistema di allenamento!!!”. Penso solo di avere avuto la testardaggine necessaria ad analizzare quali sono le vere necessità di chi vuole costruirsi una forza ed un fisico funzionale, e di avere trovato una serie di valide soluzioni. Tutto qua.

C’è solo una sostanziale differenza tra i miei metodi, e quello che potete trovare in qualsiasi palestra. Io uso attrezzi non convenzionali, come il kettlebell e la gravis clava, e seguo il principio delle tre S : Sangue, Sudore, Sofferenza. Se sei disposto ad accettare questo principio, tutto il resto ti sembrerà un letto di rose..se invece la pensi diversamente, vai pure a fare aerobica..

Para e colpisci, colpisci e para. L’unico sistema per allenare spalle e braccia in maniera da essere capace di mantenere la guardia per tutto l’incontro, colpire senza fermarsi, e non abbassare mai le braccia, consiste nell’eseguire esercizi complessi, abbastanza pesanti e per sessioni sempre più lunghe. I due esercizi che ho selezionato qui sotto, non dovrebbero mai essere eseguiti per ripetizioni e serie, ma per periodi di tempo: 30”, 1’, 2’...e così via..funziona? si, da morire..

KETTLEBELL TRAINING
CLEAN & PRESS

Carico
Rack
Estensione
Carico
Rack
Estensione

È un esercizio fisiologicamente completo: una girata al petto con distensione sopra la testa. Tutto il corpo viene coinvolto, persino il collo (incredibile!!) soprattutto se lo esegui per un numero di ripetizioni tale da finire con l’usare qualsiasi fibra contrattile ti rimanga in corpo.
A me piace eseguirlo in tecnica Ladder: eseguo una ripetizione con la destra, poi una con la sinistra, due con la destra, due con la sinistra, tre con la destra e tre con la sinistra, e ricomincio da una, e vado avanti per almeno mezz’ora. Se mi sento stanco, mi fermo con il kettlebell tenuto con tutte e due le mani, in piedi, MA SENZA MAI APPOGGIARLO A TERRA!!! Magari, dopo i primi 10 minuti cominci ad avere delle visioni, a seconda della tua religione..(a me capita di vedere degli angeli) ma se tieni duro, la crisi passa presto..

GRAVIS CLAVA ( CLUB TRAINING)
FENDENTE FRONTALE

Carico di guardia - 1
Carico di guardia - 2
Carico di fendente
Fendente
Carico di guardia - 1
Carico di guardia - 2
Carico di fendente
Fendente

Secondo il mio modesto parere, la gravis clava ha l’innata capacità di allenare le braccia e le spalle in una sincronia che si adatta estremamente bene al combattimento a mani nude. È una sensazione innata, primordiale, eppure chi impara a maneggiare questo attrezzo, spesso impara automaticamente a mantenere una guardia più chiusa ed efficace.
Il Fendente frontale è un movimento semplice, e, forse, sin troppo naturale. La clava viene caricata a guardia con il colpo di bacino tipico del kettlebell training, quindi viene fatta passare a breve distanza sopra e quindi dietro la testa. Da questa posizione viene caricato fendente, che deve essere sferrato con tutta la potenza possibile sino a portare le clava ferma a braccia tese. La migliore esecuzione, richiede una pausa di attenzione, in guardia centrale, dopo della quale si esegue il colpo seguente. Se viene mantenuta la massima concentrazione, si può arrivare a sferrare questo colpo anche per 10 minuti di fila..

Vuoi divertirti? prova ad eseguire questi esercizi senza smettere, non contare le ripetizioni, pensa ad eseguirli per più tempo possibile senza fermarti. Ti faranno male muscoli che non sapevi nemmeno di avere..
 

Alla prossima!

Nel frattempo, per qualsiasi necessità, potete contattarmi al 3338266757

Mario Civalleri RKC
1st RKC in Italy


I commenti sono proprietą dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.



Dimensione font
Diminuisci la grandezza dei caratteriRiporta i caratteri alle dimensioni normaliAumenta la grandezza dei caratteri
Nuovi utenti
advance_ad 10/5/2012
loans_ae08 10/5/2012
loans_ba07 9/5/2012
himoro1778 7/5/2012
zangqingla 7/5/2012
loans_ab03 6/5/2012
credit_b03 5/5/2012
loans_bb03 5/5/2012
huangls1 5/5/2012
tinastore 4/5/2012
Utenti online
1 utente(i) online (1 utente(i) in Articoli)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 1

Altro...


HomeChi è MarioRegolamento GareContattaciRSS Feed

mario.civalleri@kettlebellitalia.com • (+39) 333 8266757
Kettlebell Italia  |  Design by AkiGB